Condividi: 

La serie Strange Heroes cambia terreno di gioco, e parla di running assieme ad Anton Krupicka


Dopo i primi quattro episodi incentrati sul mondo climbing, la serie prodotta da La Sportiva assieme allo studio creativo Sfelab passa ad affrontare gli strani mostri che insidiano i sogni dei nostri runner, e per farlo parte proprio da lui: Anton Krupicka.

L’azienda di Ziano di Fiemme prosegue con la webseries che, episodio dopo episodio, mira a scoprire cosa spinge davvero un atleta nella ricerca costante del superamento del proprio limite. Unendo computer grafica, linguaggio fumettistico a storie sportive dall’appeal incontrastato, ci spingiamo al cuore dei nostri ambassador e ai “mostri” che ognuno di loro porta dentro di sé raccontando, grazie alla visione dello studio creativo Sfelab, la costante motivazione al superarsi, e a spingere la propria ricerca sempre un po’ più in là.

Dopo aver visto le paure di Jacopo Larcher assumere le sembianze di un polipo mostruoso, e Patxi Usobiaga trasformarsi in un gladiatore per vincere la sfida con sé stesso, abbiamo seguito Barbara Zangerl nella lotta con il suo primo 9 a “Speed Integrale”, e il campione ceco Adam Ondra confrontarsi con un infortunio al ginocchio.

Con questo nuovo episodio La Sportiva cambia però terreno di gioco, e dalle pareti verticali si sposta ai sentieri sterrati di Boulder, in Colorado, per incontrare la leggenda dell’ultra running Anton Krupicka. Da anni forzato ad astenersi dalle gare di corsa per via di numerosi infortuni, Anton racconta come è riuscito ad affrontare uno dei mostri più comuni per chi ama vivere outdoor a 360 gradi. Lo stare in casa.

in quei periodi i giorni sembrano tutti uguali, senza colore, senza variazioni. Solo allora realizzi che anche se non puoi correre come vorresti, il semplice uscire di casa e praticare sport all’aria aperta, rende unico ogni giorno della tua vita.”

Una webseries divertente e seria al tempo stesso, che questa volta affronta una situazione ricorrente nella vita di molte persone, costrette a cambiare le proprie abitudini e ricostruire le proprie passioni per poter continuare a fare ciò che si ama. Perché anche questo, per noi, significa essere eroi.

Scopri le storie di tutti gli altri Strange Heroes, segui il canale YouTube La Sportiva e la playlist dedicata “La Sportiva Strange Heroes”!


Il protagonista: Anton Kupricka

Nato in Nebraska (USA) nel 1983, Anton Krupicka oggi vive negli Stati Uniti a Boulder in Colorado, tra le altre cose sede della divisione americana di La Sportiva. Ha iniziato a correre nel 1995 e può vantare la partecipazione alla sua prima maratona alla giovanissima età di 12 anni. Nel 2006 e 2007 ha vinto la celebre Leadville 100 settando nuovi standard nelle competizioni Endurance, aggiudicandosi poi la 50 mile Trail nel 2009 e 2010, finendo secondo nella durissima Western States 100 nel 2010 e vincendo nel 2014 la prestigiosa Lavaredo Ultra Trail, vittoria per la quale è ancora oggi ricordato da tantissimi appassionati italiani ed europei. Dopo una serie di infortuni che lo hanno costretto ad abbandonare il mondo gare ancora molto giovane, Anton si è ricreato come un atleta completo, capace di vivere e sperimentare il mondo outdoor in tutte le sue accezioni, dalla corsa, all’alpinismo, al climbing, fino allo scrambling e allo scialpinismo.

Highlight Products