Condividi: 

Südtirol Ultra Skyrace: la vittoria è ancora di Daniel Jung


Anche nel 2017 la Südtirol Ultra Skyrace porta la firma di Daniel Jung. Il 34enne di Laces ha completato il percorso di 121 chilometri e 7554 metri di dislivello nelle Alpi Sarentine in 18:33.12 ore. Per le donne, invece, a vincere la gara l’atleta di casa Maria Kemenater con un tempo di 21:58.18 ore, mancando il record di soli 25 secondi.

Partito velocissimo venerdì sera alle 20:00 in Piazza Walther a Bolzano, Daniel Jung ha dettato il ritmo ai circa 210 concorrenti fin dall'inizio. Dopo il passaggio al Corno del Renon ha aumentato ancora la velocità, arrivando a malga Ebenbergalm con un vantaggio sui suoi concorrenti di quasi un'ora. A partire dal KM 75, però, il venostano ha iniziato a soffrire della fatica delle ultime settimane, vista la sua recente partecipazione alla Eiger Ultra Trail.
" Ho rischiato tutto perché volevo assolutamente battere il record del percorso. Al KM 75, però, sono entrato in crisi, e non sono riuscito ad uscirne fino alla fine. Ho iniziato a non dar più importanza al tempo, l'unico obiettivo era raggiungere il traguardo", ha raccontato Jung, che ha raggiunto il traguardo sui Prati del Talvera dopo 18:33.12 ore. Al secondo posto si è classificato il tedesco Philipp Reiter, con un ritardo di 50 minuti, mentre il terzo posto è andato a un altro altoatesino, il 52enne di Santa Valburga Oswald Wenin, che ha chiuso con l’ottimo tempo di 19:37.39 ore.

Come negli uomini, anche nelle donne la vincitrice ha condotto la gara dal via al traguardo. Maria Kemenater della Val Sarentino si è subito messa in testa e da lì ha disputato una gara in solitaria. A lungo è sembrato che la 46enne riuscisse a stabilire un nuovo record del percorso di 121 chilometri e 7554 metri di dislivello. "Se avessi saputo che mancava così poco, non mi sarei fermata all'ultimo ristoro ma avrei continuato a correre", ha scherzato la vincitrice felice, che nello scorso anno aveva trionfato nella media distanza. La francese Melanie Rousset si è classificata in seconda posizione con un tempo di 24:56.28 ore, terza la tedesca Vroni Heidrich (25:06.35).

Per quanto riguarda la media distanza (69km/3930D+), la Südtirol Skyrace ha visto il sigillo di Stefan Tschurtschenthaler. Il fratello maggiore della nota mezzofondista Agnes ha vinto in 7:34.49 ore, lasciando ad Alfred Psenner il secondo posto mentre il trentino Mattia Depaoli ha completato il podio. Nelle donne a vincere è stata invece la tedesca Daniela Oemus, ex-campionessa giovanile nei 10.000 metri e nel cross che, con un tempo di 8:32.12, ha stabilito un nuovo sensazionale record del percorso. "Una gara davvero fantastica. A Sarentino credo che a fare il tifo ci fosse tutto il paese, una partecipazione simile da noi in Germania non l'ho mai vista, neanche nelle città", ha esclamato la vincitrice della Rennsteiglauf 2016. Il secondo posto, come l'anno scorso, è stato conquistato dalla sarentina Regina Spieß, migliorata di quasi un'ora rispetto l’edizione 2016. Al terzo posto si è affermata la vincitrice della Südtirol Sky Marathon 2016, Birgit Klammer (9:06.37).   

Nella lunghezza della maratona, i 42,2 chilometri e 2863 metri di dislivello sono stati dominati dall'austriaco Daniel Rohringer, che ha raggiunto il traguardo in 4:14.49 ore, mancando così di molto il record del percorso stabilito da Andreas Reiterer. Al Corno del Renon Rohringer aveva un ritardo di 12 minuti sul favorito, Hannes Perkmann, ma all'altezza della Chiesetta del Morto è riuscito a raggiungerlo e superarlo. L’atleta La Sportiva ha così concluso la gara al secondo posto con un tempo di 4:17.32 ore, mentre il terzo posto è andato Martin Psenner, ex-professionista di slittino su pista naturale, ha raggiunto il traguardo in 4:27.57 ore.  
Nelle donne si è affermata la trentina Lorenza Bortoluzzi. La 38enne di Sarnonico, che lo scorso anno era arrivata terza, quest'anno ha vinto in 5:38.29 ore. Al secondo posto, con un ritardo di 6:27 minuti, è arrivata la meranese Gertraud Höllrigl. Sul terzo gradino del podio è salita Antonia Winkler di Klagenfurt, che ha chiuso in 5:49.44 ore. 

Highlight Products