Condividi: 

Sciacchetrail 2018, doppietta per la Sportiva: Georg Piazza e Clare Gallagher sul gradino più alto del podio


Georg Piazza re a Monterosso dopo una stupenda battaglia con Luca Carrara, che lo porta a trionfare nell’ultra trail delle Cinque Terre. Al femminile l’americana Clare Gallagher stacca nella discesa su Manarola la connazionale Amanda Basham, portandosi a casa il titolo 2018.

Una mattinata a dir poco perfetta per correre quella che ha salutato la quarta edizione di SciaccheTrail, con la primavera che fa capolino ma una temperatura non certo elevata e fastidiosa per gli atleti. Poco meno di 50km per 2300m di dislivello positivo disegnati con parsimonia nello scenario di sempre e al quale non ci abitueremo mai del tutto, con la bellezza dei suoi scorci, paesini arroccati, vigneti e mare, che ogni volta non può fare a meno di sorprendere.

Subito all’attacco gli uomini più attesi con il bergamasco Luca Carrara, l’altoatesino Georg Piazza, il trentino Francesco Trenti e l’americano Leonard Strnad.

Dopo 30km caratterizzati da continui cambi alla testa della corsa, è l’ultima e tecnica frazione di gara a dividere il gruppo, portando in perfetta solitudine sul traguardo di Monterosso l’ambassador La Sportiva Georg Piazza, che con un crono di 4h33’43” si porta a casa la prestigiosa vittoria allo SciaccheTrail 2018.
Nulla da fare per l’avversario bergamasco Luca Carrara, che giunge 2° e staccato di oltre 2minuti. Chiude il podio il bravo e coriaceo Lenny Strnad con 4h47’12”.

Al femminile, gara più segnata fin dalle primissime battute con la nuovissima atleta del Team La sportiva Clare Gallagher ad attaccare e la connazionale Amanda Nicole Basham ostinatamente ad inseguire. Uno spartito immutato fino alla discesa dal Telegrafo dove la Basham perdeva quasi 3’. Per la Gallagher più nessun patema, vittoria in cassaforte ed arrivo tranquillo in 5h15’23”. Basham 2^ con 5h24’19”, 3^ Gitti Shiebel con 6h01’04”

“Un palcoscenico duro e spettacolare, un terreno impervio e tempestato di ripide scalinate – sono le parole scelte dall’americana Clare Gallagher per definire lo Sciacchetrail –  con il percorso rivisitato sui 50km e 2300metri di dislivello, questa gara tanto tecnica quanto bella è sicuramente fra le competizioni più ricche di cultura e tradizione al mondo.”

Una quarta edizione promossa a pieni voti da atleti ed enti locali, con l’intesa tra la corsa off-road ed il territorio che continuano a fare di Sciacchetrail un evento dalla grandissima attrattiva. Ospite d’eccezione, l’icona dell’ultra running e ambassador La Sportiva Anton Krupicka, presente prima sul percorso a incoraggiare gli atleti in gara e poi al traguardo per festeggiare i corridori e chiacchierare con il pubblico presente.

Highlight Products