Condividi: 

Rosetta Skyrace incorona Martin Stofner e Lisa Buzzoni vincitori del circuito 2017


Oltre trecento concorrenti si sono dati appuntamento sui 22.4 km dello spettacolare tracciato della decima edizione dell'International Rosetta Skyrace, anche quest'anno scelta come Gran Finale per il circuito La Sportiva Mountain Runing Cup. Vincono la gara Gil Pintarelli e Lisa Buzzoni, ma il "Crazy Boy" perde la vittoria del circuito a favore dell'altoatesino Stofner per una trentina di punti.

Messe in archivio Trentapassi SkyRace, Ledro SkyRace, Stava Mountain Race, San Fermo Trail  e Skylakes, in 307 sono partiti dal centro di Rasura per sfidarsi sui 22.4 km dello spettacolare tracciato disegnato tra storici alpeggi e creste aeree sull’Alto Lario.
Al sesto chilometro il primo traguardo volante, dove ad aggiudicarsi il memorial Bruno e Giuliana Martinalli, sono stati Daniel Antonioli e Arianna Oregioni. La gara è però entrata nel vivo all'Alpe Piazza, dove si è distinto il terzetto di comando decisivo per il podio finale. L’atleta del Cs Esercito Daniel Antonioli, già vincitore di questa gara, ha sfruttato le proprie doti da scalatore provando a sgranare il gruppo di testa lasciandosi alle spalle l'altoatesino Martin Stofner e il trentino Gil Pintarelli. Forcing rivelatosi poi ottimale per sbucare primo anche ai 2217 m del Pizzo dei Galli.

La gara, come ogni anno, si è ad ogni modo decisa nella lunghissima picchiata verso il traguardo dove Gil Pintarelli è riuscito a dare il meglio di sè. Il trentino del Team Crazy ha stretto i denti e vinto nuovamente, dopo sette anni, la gara della Valgerola. Per lui crono di 2h11'40" e vittoria che non gli è ad ogni modo bastata per portarsi a casa il circuito, vinto invece da Martin Stofner, secondo posto in gara con 2h12'39". Bronzo invece per Andrea De Biasi -2h16'54"-. Nei cinque anche Davide Invernizzi e Marco Leoni, mentre completano la top-ten di giornata Paolo Bert, Erik Gianola, Andrea Morelli, Fausto Rizzi e Massimo Triulzi.

Al femminile, Lisa Buzzoni ha lasciato sfogare le dirette avversarie nella parte in salita per poi salire in cattedra e vincere, ancora una volta. Per lei un successo che vale doppio e che la incorona reginetta di giornata e vincitrice del circuito con finish time di 2h41'24". Secondo posto per un'altra azzurra di mountain running Arianna Oregioni -2h43'11"-. Terzo posto per una debuttante d'eccezione su questo tracciato Paola Gelpi -2h45'07"-. Quarta e quinta piazza per le lecchesi Francesca Rusconi - Sara Rapezzi.    

Per quanto riguarda il circuito La Sportiva Mountain Running Cup Martin Stofner vince con 333 punti su Gil Pintarelli che in questa finale ottiene i punti necessari per passare Paolo Bert. Classifica alla mano, Pintarelli è secondo con 301 punti, mentre Bert slitta terzo con 283. Nella classifica in Rosa Lisa Buzzoni corona la propria "magic summer" vincendo il circuito con 333 punti. Seconda Francesca Rusconi (253) e Elisa Grill (197) che a suon di buoni piazzamenti ha scalzato nella prova finale l'esperta Ida Parisi 4ª finale con 191 punti - tutte le gare portate a casa-.

Arrivati alla fine di questa splendida sesta edizione, possiamo dire senza dubbio che è stato un circuito semplicemente emozionante. Fatto di gioie e di fatiche, di sudore e costanza, e che in tantissime occasioni ci ha lasciato letteralmente “senza fiato”.
È stato un circuito che ha visto ai nastri di partenza atleti di altissimo livello, protagonisti di spicco, ma soprattutto persone comuni. Veri e propri campioni di tutti i giorni che sì, magari non sono finiti a podio o tra i citati a fine corsa, ma che gara dopo gara hanno contribuito a rendere unico e speciale questo sport che esattamente così come la montagna dove si corre, è di e per tutti.

Arrivati alla fine di questa stagione, corsa saltando da una vetta all’altra, non possiamo altro che ritenerci soddisfatti, entusiasti e carichi come non mai, proiettati già alla prossima primavera. I nostri più grandi e sentiti ringraziamenti, vanno alle singole organizzazioni che con passione e impegno d’altri tempi si sono dedicati a rendere ogni gara un’esperienza unica e impeccabile. Alle persone che lungo i sentieri hanno spinto sempre più in alto ogni singolo concorrente, incitando senza differenza dal primo all’ultimo runner.
Ma il ringraziamento più grande va a tutti voi, corridori a fil di cielo, che avete dato vita ad ogni singola tappa di questa Mountain Running Cup. È innanzitutto grazie alla vostra dedizione, alla passione e al duro allenamento, che siamo riusciti a portare a casa anche questa quinta edizione, ripagati dai vostri sorrisi al traguardo, e pronti a riprendere con questa stessa emozione, l’edizione del prossimo anno.

Buona corsa a tutti e ricordatevi, Mountain running is #morethanrunning

Highlight Products