Condividi: 

L’arrampicata torna protagonista ad Arco con il Rock Master Festival 2017


Dal 24 al 27 agosto il climbing stadium arcense sarà lo spettacolare scenario per una nuova edizione firmata Rock Master: 4 giorni all’insegna dell’arrampicata e del divertimento

palmares dei grandi campioni. Nella gara per il Trofeo Rock Master si sfideranno sulla parete i migliori otto atleti della Coppa del Mondo Lead in una serie di successivi confronti su due percorsi paralleli di alta difficoltà. L’atleta che arriverà per primo in cima, dimostrando tattica, freddezza e determinazione ma anche voglia di battersi, eliminerà il proprio avversario. Un’esibizione senza paragoni per tutto il pubblico che resterà con il fiato sospeso fino all’ultimo appiglio.

Altra attesissima seppur differente sfida, quella che si terrà venerdì 25 agosto con gli Arco Rock Legends, che da più di dieci anni individuano i migliori protagonisti del mondo verticale. Durante gli Oscar dell’arrampicata verranno assegnati tre premi molto ambiti, quali il Wild Country Rock Award per la miglior prestazione su roccia, il La Sportiva Competition Award per l’atleta che si è distinto nell’attività agonistica, e il Dryarn Climbing Ambassador per chi ha contribuito alla promozione dell’arrampicata nel mondo. Questo terzo premio sarà consegnato, come annunciato, al 74enne scozzese Mike Kosterlitz, climber degli anni ’70 che ha lasciato un segno indelebile nella cultura dell’arrampicata in Italia nonché Premio Nobel per la Fisica nel 2016.
A contendersi il premio per la miglior prestazione su roccia, tre nomi di assoluto rilievo: la statunitense Margo Hayes, primo 9 a+ femminile al mondo, il torinese Stefano Ghisolfi ed il ceco Adam Ondra, già vincitore di questo premio ben 4 volte.
Con lo sguardo rivolto verso le prime Olimpiadi di Tokio nel 2020, il La Sportiva Competition Award dà invece la misura di come il mondo delle gare si stia muovendo ed evolvendo. I tre candidati, in questo caso sono giovani campioni con un futuro molto promettente: la 24enne britannica Shauna Coxsey, la 18enne slovena Janja Garnbret e il 23enne suo compagno di squadra Domen Škofič.

">

Il festival più atteso da tutti gli appassionati e gli atleti di arrampicata è finalmente alle porte. Dal 24 al 27 agosto 2017, in un’unica affascinante edizione, il Rock Master colorerà Arco con il suo intenso e coinvolgente programma di gare e competizioni all’insegna del grande sport.

Ad inaugurare la kermesse arcense, giovedì 24, ci saranno le qualifiche del Rock Junior Boulder e Speed, a seguire nelle giornate successive le qualificazioni di Coppa del Mondo IFSC Lead e Speed, gli attesissimi Oscar dell’arrampicata sportiva “Arco Rock Legends”, fino alle finali di Lead e Speed e l’anima di tutto il Rock Master, ovvero KO Boulder & Duel. Per concludere in bellezza domenica torneranno in parete i giovanissimi climber nelle prove Lead del Rock Junior e nel gioco di arrampicata del Kid’s Rock e Family Rock dedicato a bambini e genitori.

L’edizione 2017 di Rock Master va a coronare una lunga storia del festival di arrampicata iniziata nel 1987 e lo proclama come la più importante competizione di arrampicata sportiva al mondo, una tappa che non può mancare nel palmares dei grandi campioni. Nella gara per il Trofeo Rock Master si sfideranno sulla parete i migliori otto atleti della Coppa del Mondo Lead in una serie di successivi confronti su due percorsi paralleli di alta difficoltà. L’atleta che arriverà per primo in cima, dimostrando tattica, freddezza e determinazione ma anche voglia di battersi, eliminerà il proprio avversario. Un’esibizione senza paragoni per tutto il pubblico che resterà con il fiato sospeso fino all’ultimo appiglio.

Altra attesissima seppur differente sfida, quella che si terrà venerdì 25 agosto con gli Arco Rock Legends, che da più di dieci anni individuano i migliori protagonisti del mondo verticale. Durante gli Oscar dell’arrampicata verranno assegnati tre premi molto ambiti, quali il Wild Country Rock Award per la miglior prestazione su roccia, il La Sportiva Competition Award per l’atleta che si è distinto nell’attività agonistica, e il Dryarn Climbing Ambassador per chi ha contribuito alla promozione dell’arrampicata nel mondo. Questo terzo premio sarà consegnato, come annunciato, al 74enne scozzese Mike Kosterlitz, climber degli anni ’70 che ha lasciato un segno indelebile nella cultura dell’arrampicata in Italia nonché Premio Nobel per la Fisica nel 2016.
A contendersi il premio per la miglior prestazione su roccia, tre nomi di assoluto rilievo: la statunitense Margo Hayes, primo 9 a+ femminile al mondo, il torinese Stefano Ghisolfi ed il ceco Adam Ondra, già vincitore di questo premio ben 4 volte.
Con lo sguardo rivolto verso le prime Olimpiadi di Tokio nel 2020, il La Sportiva Competition Award dà invece la misura di come il mondo delle gare si stia muovendo ed evolvendo. I tre candidati, in questo caso sono giovani campioni con un futuro molto promettente: la 24enne britannica Shauna Coxsey, la 18enne slovena Janja Garnbret e il 23enne suo compagno di squadra Domen Škofič.

Highlight Products