Partagez-le: 

Quadrifoglio Ultra Trail: 10 motivi pr correrlo sabato 20 maggio


Perchè mai correre una 100 chilometri? Se ve lo state ancora chiedendo, eccoci con la risposta che stavate cercando, e con la gara che fa al caso vostro!

QUI

">

All’alba di questa quinta edizione Quadrifoglio Ultratrail, La Sportiva vuole stuzzicare la vostra curiosità rispetto la Cento chilometri di Borgo Val Taro, illustrando dieci validi motivi per correre questo Ultra appenninico e che hanno spinto l’azienda trentina a diventarne, per la prima volta, main sponsor.

100 chilometri? Non ti sembrano un po’ troppi?

Questa è la prima domanda che ti troverai a rispondere. Se non hai risposte sufficientemente convincenti da ripeterti in testa, non le avrai per giustificarti a tua moglie che ti vede uscire a correre furtivo alle 6 del mattino per allenarti. Se ci stai ancora pensando, se sei indeciso, se sei nella zona del “vorrei, ma” e se, soprattutto, nel tuo inconscio sei carico come una molla per questa impresa, ecco 10 motivazioni ulteriori per presentarti il 20 maggio sulla linea di partenza

10 motivi per cui correre la Quadrifoglio Ultra Trail

1) Tempo per te stesso

Chi ha detto che i regali sono materiali? Dopo aver comprato una moto perché “volevo farmi un regalo” e averla lasciata in garage perché in effetti ti sei ricordato che odi andare in giro inquinando hai capito che c’è un regalo migliore di quelli materiali: il tempo.
E sai anche benissimo che qualsiasi scusa tu possa accampare la tua partner ti troverà, ti farà alzare dal divano e ti farà falciare il prato, o pulire la soffitta o innaffiare i fiori.
“Amore, corro una gara da 100 km”. Esiste una scusa migliore per avere un weekend libero e non falciare il prato?

2) Sentirsi (di nuovo) fighi

Durante le scuole correvi, capelli al vento e canottiera. Durante la leva militare ti hanno obbligato a strascinare gli anfibi sull’asfalto e hai perso tutto il tuo amore per la corsa. Da allora i capelli sono un ricordo e anche se non lo dici in giro, muori dalla voglia di risentirti figo.
Cosa aspetti? Rispolvera le braghette corte e lasciati spettinare dal vento. Anzi, metti un cappellino e datti un certo tono, ma ricomincia a correre.

3) Percorso

La gara si chiama quadrifoglio perché partendo dal centro compi 4 giri su un percorso diverso, che ti riportano sempre al punto di partenza. È un format unico, che ti permette di ripassare ogni volta dallo stesso punto (e ogni volta decidere se ripartire o no). Non c’è lo stress di sapere dove ti trovi e quanto lontano sei dalla “base vita”.

4) Percorso/2

Ripassando dallo stesso punto se ti organizzi bene hai un punto fisso con tutto quello che ti serve. Puoi lasciare vestiti caldi, cambiar magliette, mangiare il tuo cibo preferito, se hai un amico che ti fa assistenza lo rivedrai dopo ogni petalo di percorso. Quindi porta un bel borsone e riempilo con tutte le necessità che ti servono per finire la gara: occhiali da sole, vestiti, rosario per pregare.

5) Paesaggi/ posti da vedere

Perché lo sappiamo che hai pensato “mah, l’Appennino”. Ma quello che a noi piace dire è “puoi correre tutti i rimanenti weekend dell’anno in Dolomiti, se non ti piacciono gli Appennini”.
Peccato che quasi tutti quelli che hanno già corso questa gara poi sono tornati, quindi prima corrila e poi decidi se ne vale la pena oppure no!

6) Cibo

Dimentica pasta party a base di pasta scotta scondita. Grazie alla collaborazione con l' Istituto enogastronomico alberghiero Bedonia durante tutta la manifestazione potrai mangiare come si deve!
Ricordi quando hai pensato che correre avrebbe trasformato il tuo corpo in quello di Silvester Stallone? Bè non sarà per questa volta

7) Veder comparire sul tuo orologio una scritta con tre cifre

100! 100! 100!
E da quel giorno nulla sarà più lo stesso! Pensa che figurone (appena sarai in grado di camminare di nuovo) mostrare a tutti il tuo orologio con la scritta “100”.

8) Ci arrivi in treno

Ebbene si, c’è una comodissima stazione del treno da cui puoi arrivare in zona partenza a piedi. Pranzo al sacco e viaggio in treno, come si faceva alle scuole. Però adesso sei abbastanza adulto da poter bere anche un paio di birre, e sapere di non guidare può essere un’ottima circostanza.

9) Possibilità di provare una scarpa La Sportiva diversa a ogni giro

Sei indeciso su quali scarpe comprare? Provale tutte! Puoi correre ogni petalo con una scarpa differente:
Partire con un modello comodo e ammortizzato come Akasha, fare una seconda metà concreta con Mutant e poi cambiare nuovamente e indossare delle Helios SR per lo sprint finale!
Saremo a disposizione con i borsoni test per farti provare le nostre meravigliose calzature!

10) Perché non ci sono buoni motivi per non esserci

Ci sono percorsi per gli accompagnatori, una zona dove lasciar giocare i figli, c’è musica, cibo e test gratuiti di scarpe. Ci sono posti da favola, sport, amici nuovi e un’esperienza indimenticabile!

Ti puoi iscrivere QUI

Highlight Products