Partagez-le: 

Epic ski Tour, poche settimane alla seconda edizione


Dall’8 marzo nelle Valli di Fiemme e Fassa il tour dedicato allo sci alpinismo “4 All” firmato La Sportiva. Iscrizioni ancora aperte.

- Afferma Lorenzo Delladio, presidente e CEO del main sponsor La Sportiva - Dobbiamo spingere in questa direzione per far sì che questa diventi una manifestazione per tutti, la Marcialonga dello sci alpinismo"

">

Era il 1915, e a Courmayeur prendeva il via la prima gara nazionale ufficiale di scialpinismo: una prova a squadre, su un percorso di 30 chilometri e 1000 metri di dislivello. Il boom delle grandi Classiche si ebbe poi negli anni Trenta, con la nascita di eventi leggendari come il Trofeo Parravicini (1933) e il Mezzalama (1936), mentre si dovette aspettare gli anni Cinquanta, per vedere la proliferazione dello scialpinismo agonistico arrivò e dei grandi rally scialpinistici. Un’evoluzione cresciuta fino ai giorni nostri, richiamando l’attenzione degli amanti delle emozioni vere, e che oggi prosegue anche con La Sportiva Epic Ski Tour, al via il prossimo 8 marzo nelle Valli di Fiemme e Fassa (TN).

La prima delle tre tappe vedrà protagonista l’Alpe Cermis, un percorso che sotto la guida di Massimo Dondio, porterà gli atleti dal fondovalle a risalire la suggestiva pista Olimpia ed inerpicandosi per le vie del bosco, per poi riscendere fino alla zona della partenza, che in questo caso segnerà anche l’arrivo.

La tappa centrale, il cui allestimento è affidato a Thomas Zanoner, si svolgerà nella suggestiva cornice del Passo San Pellegrino, lungo un tracciato di 10 km che vedrà duellare scialpinisti più tecnici e amatori. Per chi non avesse particolari esigenze di classifica, qualche sosta per soffermarsi sul paesaggio circostante – e approfittare per prendere fiato - sarà non di piacere ma d’obbligo.

Al Passo Pordoi Oswald Santin si occuperà invece dell’organizzazione del più tecnico dei tre tracciati: la scalata impegnativa alla Forcella del Pordoi, che segna l’inizio del percorso con un dislivello di 620mt, porterà l’atleta a godere di uno dei più bei panorami delle Dolomiti. Dalla cima, è prevista la discesa per la Val Lastie, un fuoripista apprezzato dai freerider e che, malgrado le pendenze non proibitive, richiede comunque buone abilità tecniche.

Le iscrizioni sono ancora aperte, a 180 euro per tutte le tappe (comprensive di pacco gara del valore di 139 euro), oppure 50 euro per ogni singola tappa (100 euro con gadget La Sportiva), e daranno l’accesso non solo alle gare ma anche a tutti gli eventi di corollario che avranno luogo a Moena, sede del quartier generale Epic Ski Tour per quest’anno.

"Ci troviamo dinanzi alla seconda edizione dell’evento, la prima è stata di rodaggio sia per noi che per i partecipanti, e quest’anno ci aspettiamo un maggior numero di concorrenti, anche perché la manifestazione è valida e noi di La Sportiva ci crediamo molto. - Afferma Lorenzo Delladio, presidente e CEO del main sponsor La Sportiva - Dobbiamo spingere in questa direzione per far sì che questa diventi una manifestazione per tutti, la Marcialonga dello sci alpinismo"