Teilen: 

Mezzalama: finale di stagione col botto per gli atleti La Sportiva


Finale con il botto per il circuito di La Grande Course, il carosello che incorona re e regine delle grandi classiche dello scialpinismo a squadre.
A calare il sipario sulla stagione 2017 un Trofeo Mezzalama ricco di sorprese sia al maschile che la femminile, andato in scena lo scorso sabato 22 marzo nella suggestiva cornice del Monte Rosa.

Al termine di una gara dalla bagarre degna dei più prestigiosi circuiti motociclistici, a tagliare per primi il traguardo sono stati per gli alpini Michele Boscacci – Matteo Eydallin – Damiano Lenzi e la squadra composta dalla Laetitia Roux, Emelie Forsberg e dalla svizzera Jennifer Fiechter per la corsa in rosa.
grande il successo degli atleti La Sportiva, presenti in 11 sui 18 posti disponibili a podio.

All’alba nel centro di Cervinia, le 297 equipe da tre elementi sono partite accompagnate dai fuochi d’artificio e dalla fanfara dei bersaglieri della Val d’Ossola. Da affrontare vi erano 37km e più di 3000m di dislivello positivo con passaggi sopra i 4000m di quota su cime mitiche come Castore e naso del Lyskamn. Alla maratona dei ghiacciai doveva essere bagarre e bagarre è stata per la gioia delle migliaia di spettatori che a tarda notte si sono alzati per seguire sul campo questa epica sfida e per tutti gli appassionati che hanno seguito la diretta streaming da casa.

A provare a rimescolare le carte in tavola ci hanno pensato Kilian Jornet, Werner Marti e Martin Anthamatten. Gli azzurri dell’Esercito, Damiano Lenzi, Michele Boscacci e Matteo Eydallin, hanno dovuto faticare più del previsto prima di passarli sull’ultima discesa e tagliare vittoriosi il traguardo in 4h18’50”, con 2’18” di vantaggio sul team svizzero-catalano. Classifica alla mano questo è il quarto Mezzalama vinto da Eydallin, il terzo da Lenzi e il secondo dal più giovane Boscacci.

A mettere il sigillo su una terza posizione mai in discussione William Boffelli, Pietro Lanfranchi e Jakob Herrmann a 12’33”. Quarti Nadir Maguet, Manfred Reichegger e Robert Antonioli, quinti Valentin Favre, Filippo Barazzuol e Alexis Sévennec.

Finale dolce amaro nella gara in rosa per il terzetto Katia Tomatis, Alba De Silvestro e Axelle Mollaret che hanno tenuto la testa della corsa sino all’ultima picchiata verso Gressoney prima di essere passate da Jennifer Fiechter, Emelie Forsberg e Laetitia Roux. Per le vincitrici 2017 finish time di 5h37’49”. A 2’12” le due azzurre con la francese Mollaret. Terze le sorelle Annie – Katrine Bieler in team con la friulana Dimitra Teocharis.

Highlight Products