Condividi: 

A cos'è che un climber non può mai rinunciare?


Vi siete mai chiesti da cosa non si potrebbero mai separare i grandi protagonisti del climbing internazionale? Epic Tv lo ha fatto per voi, ed ecco quali sono state le risposte dei primi intervistati

Che il canale tv online dedicato agli sport estremi non si limitasse essenzialmente a raccontare le imprese verticali più o meno epiche dei nostri atleti preferiti, era ormai un dato di fatto. Tuttavia, per dissipare ogni dubbio rimasto, ecco che i ragazzi di Epic Tv hanno lanciato un’altra sfida ai climbers più in voga del momento: “Quali sono i cinque elementi indispensabili quando vai ad arrampicare?” che non suona  poi molto diversamente dal più tradizionale  “cosa ti porteresti nello zaino se venissi lasciato da solo su un’isola deserta”. Al suono di questo fatidico interrogativo, settimana dopo settimana le risposte si  sono susseguite passando da un climber all’altro e svelando, attraverso l’obbligo di elencare ognuno cinque inseparabili “compagni d’avventura” , tratti ancora sconosciuti di personalità che pensavamo invece di conoscere bene. Primi fra tutti a sottoporsi a questa sfida non potevano che essere la biondissima Hazel Findlay, gli americani Jonathan Siegrist e Tommy Caldwell, nonché  il campione del mondo in carica Adam Ondra. Cos’hanno risposto?
Per scoprirlo interamente - e magari riuscire a  rubare qualche segreto da vero “topgear”  dell’arrampicata - dovrete vedere i video, ma nel frattempo vi sveliamo quali fra le scarpette d’arrampicata  La Sportiva compaiono nella top five dei nostri atleti: Jonathan Siegrist, tra una ripetizione e l’altra,  dice che non potrebbe mai fare a meno delle sue Testarossa, fedeli alleate in tutte le sue ascese più difficili. Il re de El Capitan Tommy Caldwell invece, non lascerebbe mai a casa il proprio paio di Solution, le sole  in grado di assecondarlo nella risoluzione di ogni “problema” boulderistico.
E per quanto riguarda Adam Ondra? Il ventiduenne arrampicatore ceco  afferma chiaramente che da quando ha provato la tecnologia No-Edge di La Sportiva, non può più fare a meno dell’accoppiata vincente Genius – Speedster. “Non solo perchè con queste  arrampico bene” dice tranquillamente come se qualcuno potesse ancora nutrire qualche dubbio a riguardo, “Ma perché riescono a rendere la scalata molto più stimolante e divertente.” Ma non è tutto. Se volete scoprire cos’altro è indispensabile per questi protagonisti della verticalità, non vi resta che guardare i video e pensare…
Voi? Cosa scegliereste?