Condividi: 

Il No-Edge può cambiarti la vita...


La serie di scarpette d’arrampicata a costruzione No-Edge rappresenta una delle innovazioni più importanti nel mondo dell’arrampicata fin dagli anni 70...la raccontiamo in una web-series

La serie di scarpette d’arrampicata a costruzione No-Edge, letteralmente “senza spigoli”, rappresenta una delle innovazioni più importanti introdotte nel mondo dell’arrampicata da La Sportiva fin dagli anni 70: significativa almeno quanto la prima scarpetta d’arrampicata moderna, perché in grado di evolvere il concetto stesso del muovere i piedi sulla roccia. Le scarpette con sistema No-Edge, Genius, Speedster e Futura, rappresentano il naturale balzo evolutivo dell’arrampicata verso un approccio più fluido, morbido ed istintivo, permettendo al climber di muoversi davvero liberamente con uno strumento eccezionalmente sensibile ed adattabile sulla roccia.
Per molti climber è stata da subito una liberazione fin dai tempi di Speedster (2010): niente più spigoli!
Altri hanno scoperto la novità solo di recente con Genius e Futura…

Poi, c’è la storia di Caroline Ciavaldini, ossessionata da punte, spigoli e superfici acuminate, ma che grazie alle scarpette no-edge ha letteralmente cambiato vita… La Sportiva racconta questa storia in tono scherzoso con il primo episodio della web-series dedicata al sistema “No-Edge” dove ad improvvisarsi attori è la coppia di climber inglesi formata da Caroline Ciavaldini e James Pearson. Ecco come le scarpette No-Edge hanno cambiato la loro vita.
Ed ecco perché La Sportiva adotta i nuovi linguaggi dei video virali, per raccontare una storia fuori dal comune fatta come sempre di innovazione, che di comune non ha nulla per definizione. La Sportiva: innovation with passion. Buona visione.