Condividi: 

Mountain Running sull'Aconcagua: La Sportiva on the top


Nico Valsesia batte un record impossibile salendo la montagna in 22 ore e 41 minuti con Crossover 2.0 GTX ai piedi

Un piccolo gruppo di amici, ognuno con il suo compito ben definito, ognuno preparato al meglio per dare il meglio. Uno di loro, Nico Valsesia, che prova un record mondiale fino ad ora pensato impossibile, salire solo con le proprie forze, quindi bici e corsa in montagna, dallo zero del livello del mare ai quasi 7000 metri della cima del monte Aconcagua, in Argentina, in meno di una giornata. Il mare di riferimento è quello delle coste del vicino Cile, i chilometri in bici più o meno 200.

Qualche telefonata tra i 4 componenti del piccolo team che seguirà Nico in altura (altri lo seguiranno nella frazione ciclistica) per definire l’equipaggiamento tecnico necessario. Dino Bonelli, fotografo della spedizione, che consiglia le scarpe La Sportiva Crossover 2.0 Gore-Tex per la frazione di corsa e quindi l’arrampicata finale alla vetta. Una scarpa robusta, calda, impermeabile, con un ottimo grip ma comunque abbastanza leggera e discretamente elastica. Detto fatto, presentato l’ambizioso progetto, La Sportiva risponde positivamente e il quartetto porta le Crossover, parte della collezione Mountain Running, sul tetto delle Americhe. Un test questo che ha confermato le qualità tecniche di questa riuscitissima scarpa che anche in discesa, negli infiniti ed infidi ghiaioni, nei lunghi traversi e in alcuni guadi, ha risposto in modo straordinario. Un prodotto quindi non solo adatto al Winter Trail, ma anche in situazioni quali ghiaioni e deserto. Il 24 gennaio 2015, Nico Valsesia ha vinto la sua scommessa personale salendo da zero a 6963 metri in 22 ore e 41 minuti. Il team ha fatto il suo dovere di supporto tecnico e spirituale, La Sportiva, qui ben rappresentata dalla Crossover 2.0 Gore-Tex, c’era e ha contribuito sensibilmente alla riuscita del progetto.