Condividi: 

Mountain Running: a Tesero vincono Pivk e Sortini. Nel Vertical dominio del Team La Sportiva al femminile


La terza tappa del circuito La Sportiva Mountain Running Cup rimescola le carte in tavola. Assenze e conferme dell’ultimo minuto infiammano le classifiche ed il caldo pubblico della Val Di Fiemme.

Sole alto ed un cielo incredibilmente blu hanno dato la propria benedizione ai più di trecento runners presenti ieri a Tesero per la decima edizione della Stava Mountain Race, tappa “di casa”  e giro di boa per questa Mountain Running Cup 2015. Un percorso intenso ed affascinante quello sviluppato lungo i 24,9 kilometri di tracciato che dal centro dell’abitato di Tesero porta ai 2200 metri del Cornon e poi ancora su, fino a toccare i 1358 metri del Monte Agnello per poi ridiscendere verso valle. Un  percorso duro, completo, che con il suo dislivello complessivo di 4.250 metri ha visto trionfare il favorito dei pronostici: il campione italiano in carica Tadei Pivk. L’aveva detto lui stesso che in Val di Fiemme avrebbe provato il tutto per tutto per concedersi il bis, e dopo il successo del 2013 e l’assenza della scorsa edizione, con le sue 2h19’042 di gara il campione di Zegama non ha dovuto ricredersi. Fin da subito in testa alla corsa, l’atleta di Tarvisio che per affronatre al meglio la gara di ieri ha scelto di calzare le nuove mutant La Sportiva, non ha fatto altro che allungare sempre più le distanze con gli avversari, per arrivare poi a sottoscrivere la propria vittoria con un vantaggio di 6’12” su un sorprendente Michele Tavernaro. Il primierotto ex campione di corsa orientamento e portacolori del team La Sportiva è infatti arrivato a classificarsi secondo dopo una sorprendente rimonta personale. “Se penso che nella prima edizione di dieci anni fa chiusi terzo, significa che in questi anni ho sempre tenuto duro e finché mi diverto continuerò a correre.” Afferma soddisfatto Tavernaro “Tenevo molto a questa gara e a conquistare un buon risultato.” Ottimi anche i risultati dell’atleta di casa Christian Varesco, che chiude in undicesima posizione malgrado le non perfette condizioni fisiche, e di Paolo Longo, arrivato al traguardo appena dopo il compagno di squadra.  Sfortunatamente assente alla partenza il campione virtuale del circuito Paolo Bert, non pervenuto in Val di Fiemme per problemi di salute. Ma non è tutto. Per il suo decimo compleanno, la Stava Mountain Race si è regalata ben due record. Il primo arriva nella sfida del Verticale, partita alle 8.00 e conclusasi 44’03” e cinque kilometri dopo  con l’arrivo in cima al Cornon dell’altoatesino  Philip Götsch, iscritto dell’ultima ora e uomo – rivelazione di questo quinto Vertical. Lasciatosi alle spalle i favoriti Michele Boscacci e Urban Zemmer, detentore del record di tracciato e vincitore tre volte su cinque in quel di Tesero, l’altoatesino meranese si è aggiudicato il gradino più alto del podio staccando di 52 secondi  Pedergnana, di 1’52” Boscacci e di 2’21” Zemmer. Nessuno scombussolamento di piani per quanto riguarda invece la clasifica femminile, che incorona reginetta del Cornon  la bellunese Francesca Rossi, autrice di una prova davvero esaltante malgrado non  essendo in ottime condizioni per un problema alla schiena, chiudendo con un tempo di 54’26”, migliorando di ben 6 minuti quello che stabilì nel 2012. Menzione d’onore per l’atleta di casa Beatrice Deflorian, a 2’42”, quindi terza Serena Vittori a 6’17”, e quarta Dimitra Theocaris a 6’59”. Nella categoria under 20 successo per Giulia Compagnoni e al maschile il giovanissimo atleta di Tesero Davide Longo. L’altro sorprendente record stabilito in questa decima edizione è quello firmato dalla sondriese di Talamona Elisa Sortini, che ha abbattuto il muro delle 3 ore chiudendo sul traguardo di Tesero con il tempo di 2h55’35. Dietro di lei a  2’06” Debora Cardone e a  6’44” Raffaella Rossi. Non se l’aspettava l’atleta del team Crazy, che fino a metà gara è stata protagonista assieme alle due portacolori La Sportiva  di una bagarre davvero  agguerrita, con continui cambi di posizione in base alle caratteristiche tecniche delle tre avversarie.   Il prossimo appuntamento ora è fissato per il 26 luglio a Premana, con gli imperdibili 32 kilometri del Giir di Mont, quest'anno alla sua ventitreesima edizione nonché quarta tappa de La Sportiva Mountain Running Cup 2015. info e classifiche: stavamountainrace.it