Condividi: 

La Sportiva festeggia Nicola Pedergnana, campione italiano nel Kilometro Verticale


Nicola Pedergnana e Valentina Belotti conquistano i titoli italiani Fidal nel Vertikal Nasego (Brescia). Ottimi i risultati complessivi del Team La Sportiva Vertical, che tra uomini e donne fa poker di successi nei primi 5 atleti.

A Casto, nella bresciana Valle Sabbia, sono andati in scena sabato scorso i Campionati Italiani di chilometro verticale. Sul tracciato da 4,2 km di sviluppo per 1000 metri di dislivello si sono dati battaglia tutti i migliori della specialità a livello nazionale, in caccia anche di punti per la combinata con il Trofeo Nasego lunghe distanze, protagonista domenicale di questo intenso weekend podistico.

Nella gara femminile, con partenza dal municipio di Casto per raggiungere la croce della Corna di Savallo posta a 1430 metri sul livello del mare, si attendeva di assistere all’ennesima prova di strapotere della britannica Emmie Collinge, ma in uno dei giorni più belli della sua carriera la vittoria è andata invece alla compagna di squadra Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina), bresciana di Temù. Per la scalatrice camuna, successo e titolo italiano con 39:40 e un grande distacco inflitto alle avversarie: Emmie Collinge seconda a 3:23 mentre al terzo posto e argento tricolore, vicinissima alla britannica in uno spettacolare rush finale, giunge Antonella Confortola (Forestale) staccata di 3:28. Al quarto posto la polacca Katarzyna Kuzminska (Atletica Canavesana).
Il podio del campionato italiano si completa con il bronzo della new entry nel team La Sportiva, Alice Gaggi (La Recastello), quinta al traguardo, seguita dalla compagna di squadra Beatrice Deflorian, sesta.

Se al femminile il pronostico della vigilia è stato sovvertito dall’impresa di un’atleta comunque attesa a un ruolo da grande protagonista, nella gara maschile del Vertikal Nasego c’è stata una grande sorpresa. Il nostro ambassador Nicola Pedergnana, secondo dietro il “Re” Urban Zemmer il weekend scorso a Marone, è riuscito a mettere in fila un parterre ricco di campioni provenienti da tutto il mondo.
Nella prima parte del tracciato la gara l’ha fatta soprattutto l’altoatesino compagno di team Hannes Perkmann, in testa al primo intermedio su Bernard Dematteis e Nicola Pedergnana, più attardati Emanuele Manzi (Forestale) e Patrick Facchini. In prossimità dei 3 km percorsi, il giovane atleta trentino è andato al comando, portandosi a casa il titolo italiano per un tempo di 34:45. Alle sue spalle l’ex ciclista Patrick Facchini (Valchiese), (35:06) e Bernard Dematteis (Corrintime). Quarta piazza per Hannes Perkmann (Sportler - La Sportiva) e quinto Marco Moletto (Applerun)